Oro bianco e oro giallo: la quotazione cambia? Informazioni utili e dettagli

Indice dei contenuti

La storia dell’oro bianco e giallo

Oro bianco e oro giallo: la forma più pura di oro usata nella gioielleria risale al 4000 a.C. Tuttavia, è particolarmente utilizzata durante l’epoca georgiana e vittoriana. In questi tempi l’oro veniva utilizzato in collaborazione con gioielli, come rubini e zaffiri. Alla fine, i gioiellieri hanno visto il vantaggio di mescolare oro puro con altri metalli per creare un gioiello più duro e meno costoso. Gli anelli di fidanzamento in oro giallo erano estremamente popolari alla fine degli anni ’90 e stanno tornando alla ribalta con gli anni.

L’oro bianco (come lo conosciamo oggi) è stato inventato nel XIX secolo ma non è diventato molto popolare fino agli anni ’20. Poiché il platino era necessario per così tanti scopi militari, l’oro bianco era usato in gioielleria come sostituto facile e meno costoso. Ha continuato la sua popolarità nel corso degli anni, con un grande cambiamento negli anelli di fidanzamento realizzati con oro bianco durante gli anni 2000.

Oro bianco vs oro giallo: sono diversi?

Sia l’oro bianco che l’oro giallo sono molto popolari quando si tratta di gioielli, ma uno è migliore dell’altro? Vediamo come l’oro giallo e bianco sono diversi e come dovresti decidere quale acquistare.

Una delle preoccupazioni più comuni delle persone è se i carati di oro bianco siano paragonabili ai carati di oro giallo. La risposta è sì. Se osservi attentamente come è fatto l’oro bianco, ti renderai conto che è solo l’oro giallo che viene mescolato con altri metalli.

L’oro giallo utilizzato in gioielleria è realizzato nello stesso modo e la differenza è solo nella miscela dei metalli aggiuntivi utilizzati. Ad esempio, l’oro bianco ha più zinco, mentre l’oro giallo contiene solitamente più nichel.

Indipendentemente da quali metalli vengono aggiunti alla lega d’oro, la sua purezza viene misurata allo stesso modo. Ad esempio, se un anello d’oro è di 18 carati, significa che su un massimo di 24 parti, 18 parti sono oro puro e il resto è qualcos’altro. Ma l’oro bianco 18 carati e l’oro giallo 18 carati hanno entrambi la stessa purezza.

In che modo sono diversi?

Innanzitutto, come già accennato, l’oro bianco viene miscelato con lo zinco, il che rende la lega più bianca rispetto alle tipiche leghe di oro giallo. Tuttavia, anche con lo zinco mescolato, l’oro bianco ha ancora una tonalità giallastra. Ciò che rende l’oro bianco davvero diverso è la sua placcatura, che è realizzata in rodio.

L’oro bianco è vero oro?

Sì! L’oro bianco è vero oro. Ma, come accennato in precedenza, quando scegli un tipo di metallo, dovrai guardare il numero di carati per vedere quanto è puro.

È più comune trovare oro 14 o 18 carati come opzioni per gli anelli di fidanzamento. Queste opzioni sono molto più durevoli di un anello puro 24k. Con 14k è il più duro dei due (meno oro puro è presente, meglio è in termini di durata).

Come viene prodotto l’oro bianco?

Bene, l’oro bianco è in realtà una combinazione, o lega, di oro e un metallo bianco, di solito nichel, argento o palladio.

E sebbene una parte enorme della variazione di colore provenga dalla miscela di metalli e dai tipi di metallo utilizzati, l’oro bianco è solitamente anche placcato con rodio, un metallo argento/bianco che aggiunge un colore brillante e un po’ più di durata agli anelli in oro bianco.

Placcatura in rodio e oro bianco

Il rodio è un metallo bianco che viene utilizzato come rivestimento nei gioielli ed è in realtà il metallo che conferisce all’oro bianco il suo colore. Non solo: il rodio rende anche l’oro bianco più resistente coprendo la lega d’oro giallo più morbida con uno strato protettivo aggiuntivo.

Poiché il rodio è costoso, può aumentare il prezzo dei gioielli in oro bianco e renderlo più costoso dei pezzi in oro giallo.

L’oro giallo è migliore?

Sebbene l’oro bianco non sia perfetto, l’oro giallo ha i suoi problemi. L’oro è un metallo morbido e più alto è il carato dei tuoi gioielli d’oro, più facilmente si graffieranno.

Puoi sempre avere l’oro giallo lucido, ma la lucidatura rimuove uno strato di metallo insieme ai graffi. Al contrario, quando l’oro bianco subisce troppi graffi, puoi sempre lucidarli e far sostituire il pezzo con rodio, ripristinando lo strato superficiale del gioiello.

L’oro giallo di carati inferiori è più durevole, ma se sei allergico al nichel nelle leghe d’oro, un pezzo da 10K o anche da 14K potrebbe non funzionare per te.

Oro bianco vs oro giallo: quale acquistare?

Sia l’oro giallo che l’oro bianco hanno i loro lati negativi, e mentre l’oro bianco ha un leggero vantaggio quando si tratta di durata, nessuno dei due è una scelta perfetta sotto questo aspetto. Ecco perché dovresti fare la tua scelta principalmente in base al colore.

Se hai un diamante di un grado di colore inferiore (come K o L), ad esempio, fallo incastonare in oro giallo in modo che la tinta giallastra del diamante non risaltasse come se fosse bianco. Al contrario, se il tuo diamante è classificato incolore (gradi DEF) o quasi incolore (gradi GHIJ), sarebbe un’idea migliore montarlo in oro bianco, che si aggiungerà alla brillantezza bianca della pietra.

Se vuoi qualcosa di più durevole dell’oro bianco, considera il platino, per il quale l’oro bianco è stato effettivamente creato come sostituto. Il platino è molto più costoso, ma non si graffia facilmente, e anche dopo averlo lucidato molte volte, non è necessario che sia sostituito, a differenza dell’oro bianco.

Pro e contro dell’oro bianco

I vantaggi dell’oro bianco sono:

  • L’oro bianco è un’alternativa più economica al platino con un aspetto simile.
  • Il colore neutro consente un buon abbinamento con gemme e diamanti di colore diverso.
  • Il rivestimento in rodio duro offre una buona protezione contro l’usura.
  • L’oro bianco è più forte dell’oro giallo a causa dei metalli più duri legati.

Gli svantaggi dell’oro bianco sono:

  • Può causare irritazione alla pelle se si è ipoallergenici al nichel.
  • Richiede più manutenzione poiché il rodio deve essere riverniciato periodicamente.
  • Il ridimensionamento o la manutenzione dell’anello richiederebbe un’ulteriore fase di placcatura e una spesa maggiore.

Inoltre, mentre l’oro bianco sembra fantastico quando è nuovo, la sua placcatura in rodio si esaurisce con il tempo. Quando il rodio si stacca, lo strato giallastro inferiore di oro bianco diventa visibile.

Quanto tempo ci vorrà prima che la placcatura scompaia dipende da quanto spesso indossi i tuoi gioielli. La buona notizia è che puoi sempre far sostituire il tuo oro bianco con rodio per ripristinare il colore originale dei gioielli. Tieni presente, tuttavia, che questo servizio ha un costo.

Pro e contro dell’oro giallo

I vantaggi dell’oro giallo sono:

  • Aspetto cromatico vintage e classico.
  • Facile da lavorare durante le riparazioni.
  • Richiede meno manutenzione.
  • Si integra perfettamente con i diamanti di colore inferiore e questo potrebbe portare a risparmi sostanziali.

Gli svantaggi dell’oro giallo sono:

  • Modelli di anelli di fidanzamento minori tra cui scegliere a causa della minore popolarità.
  • Più difficile da abbinare a diamanti e pietre preziose di colore fantasia.
  • È più soggetto a graffi e potrebbe richiedere un rifiuto per ripristinare la lucentezza.

Qual è il migliore per i budget più piccoli?

C’è pochissima differenza di prezzo tra l’oro bianco e l’oro giallo, perché la quantità di oro reale in essi è la stessa (dello stesso carato). E l’oro è ciò per cui stai pagando, non le leghe. Tuttavia, l’oro bianco potrebbe essere leggermente più costoso a causa della placcatura in rodio.

La vera differenza di prezzo, tuttavia, è nel tipo di diamante che puoi montare in essi. Se non sei sicuro del tipo di ambientazione e forma da scegliere, visita la nostra pagina prima di acquistare ad esempio un anello di fidanzamento.Ti consente di vedere immagini reali di anelli che le persone hanno acquistato in passato e può aiutarti a capire quale stile si adatta meglio a te.

Gli anelli in oro bianco mostrano il colore più facilmente. Un diamante con una tinta gialla leggermente più forte sarà notato più facilmente. Quindi è meglio se non vai al di sotto di un diamante di colore H se lo stai impostando in oro bianco.

D’altra parte, gli anelli in oro giallo possono ospitare meglio i diamanti sulla scala di colori inferiore. In effetti, sono belli insieme. Puoi tranquillamente andare fino a un diamante J o anche un diamante K se ti piacciono i gioielli dai toni caldi.

Dai un’occhiata a questo esempio. Il diamante in ogni anello è di colore J, ma nota come appare molto più bianco in una montatura in oro giallo. C’è un’enorme differenza di prezzo in un diamante H e un diamante J. Per una roccia da 1 carato di taglio eccellente, la differenza di prezzo potrebbe essere fino a 2.000 euro. Se sei bloccato tra le scelte, questo potrebbe essere il sigillo decisionale finale.

Conclusione

Questo è davvero basato sulle tue preferenze personali. Alla maggior parte delle persone, o ti piace l’aspetto di un certo colore o no. Sia l’oro bianco che l’oro giallo sono colori senza tempo che non passeranno mai di moda. Tieni presente che ognuno ha i suoi svantaggi. E infine, considera il tuo budget: ciò potrebbe influenzare la tua scelta finale.